topblog Ivoire blogs

09/10/2013

Samsung Galaxy S5: avrà un corpo rugged

Samsung starebbe già progettando il Samsung Galaxy S5, che rispetto ai terminali precedenti della medesima serie sarà caratterizzato da un corpo rugged, resistente all’acqua e alla polvere. Lo rivela un nuovo report condiviso dal portale sudcoreano ET News.
Si legge che il noto produttore di dispositivi Android aggiungerà dunque di default tale peculiare caratteristica, finora introdotta solo nel Galaxy S4 Active e nel prossimo, chiacchierato, Galaxy Note 3 Active. La motivazione dietro tale scelta è principalmente una: la variante Active del Galaxy S4 si è dimostrata molto più popolare di quanto l’azienda avesse stimato, comunque la dirigenza starebbe valutando i vantaggi offerti dal passaggio a una struttura di tipo rugged, che dovrebbe aiutare la serie Galaxy a diventare maggiormente “premium” e a meglio competere con i dispositivi rivali.
Sony ha ad esempio già dotato alcuni suoi smartphone top di gamma di un corpo resistente ad acqua e polvere, tra cui il recente Sony Xperia Z1. cellulari dual sim android Samsung potrebbe dunque seguire la scia del competitor, inoltre starebbe sperimentando nuovi materiali allo scopo di fornire alla propria clientela degli smartphone migliori sotto il punto di vista della qualità costruttiva. V’è da sottolineare che il colosso sudcoreano è stato in passato al centro di numerose polemiche proprio per via della plastica usata per i propri terminali top di gamma.
Il passaggio a un approccio rugged per tutti i dispositivi prodotti richiederebbe comunque un importante cambiamento nella filosofia di progettazione di Samsung, ma è chiaramente fattibile, come ha già dimostrato Sony. Quelle sul Galaxy S5 rugged sono comunque attualmente solo indiscrezioni, non confermate dalla casa responsabile. Presumibilmente, il nuovo top di gamma verrà presentato entro maggio 2014, a un anno esatto dal debutto nei negozi del Galaxy S4.
Si sente parlare ormai da troppo tempo di un nuovo smartphone Samusng con schermo curvo. Oggi però il solito @evleaks ci mette a disposizione una prima immagine di tale dispositivo. Come potete vedere dalla foto di inizio articolo, questo dispositivo presenta una schermo concavo, come quello presente nel brevetto che Samsung depositò lo scorso mese di maggio.
Che utilità ha direte voi? Nessuna, se non essere scomodo quando tenuto in tasca. Samsung sembra sempre pronta a lanciare la novità più inutile del momento. Ok lavorare agli schermi curvi, ma se sono inutili che senso ha metterli sul mercato? Uno schermo curvo che da accesso rapido alle notifiche avrebbe un senso, ma questo proprio no! Che ne pensate?
Aggiornamento: @evleaks ha rilasciato una nuova immagine del dispositivo Samsung con schermo curvo, riconfermando l’indiscrezione.
L’attendibilità di @evleaks (canale twitter che pubblica spesso notizie in anteprima sugli smartphone) è altalenante, ma quando però vengono pubblicati render, solitamente questi ritraggono quasi fedelmente la versione finale del prodotto (e sono comunque autentici). Per questo tendiamo a credere che quello che vediamo in apertura non sia semplicemente un fotoritocco di un Galaxy Note 3, quanto piuttosto realmente il primo smartphone flessibile di casa  smartphone dual sim Samsung (la cui presentazione era attesa proprio per questa settimana).
Analizzando l’immagine quello che possiamo notare è che non si tratti di una variante di Note 3, in quanto è assente la penna (difficile pensare che possa essere posizionata in alto), ma di un modello differente, benché abbia comunque dei richiami alla terza versione del phablet Samsung (come design, colore e presenza di porta USB 3.0).
Non ci sono altre informazioni al momento, ma solitamente una fuga di notizie così grande è solo un preludio ad una “scarica” di aggiornamenti nei giorni successivi. L’era dei display flessibili è iniziata?

Les commentaires sont fermés.