topblog Ivoire blogs

28/05/2014

Festival di Cannes 2014: gli abiti e i gioielli da sogno sulla Croisette

Al festival di Cannes 2014 sfilano abiti e gioielli on line da sogno. I look delle star sulla Croisette sono davvero sublimi e scintillanti come non mai. In posa dinanzi gli scatti dei fotografi, mostrano le creazioni più belle e selezionate appositamente per l’occasione. I vestiti, per lo più haute couture, per alcune di loro sono state realizzati ad hoc, così come alcune parure ricche di diamanti e altre pietre preziose. L’alta gioielleria, infatti, è sempre la grande protagonista del festival di Cannes, basti pensare al premio, l’ambitissima Palma d’Oro, disegnata dal 1998 da Chopard, che quest’anno, per la prima volta, è Fairmined, ovvero eco-sostenibile.
ll tappeto rosso del festival di Cannes ospita ogni anno numerose celebrità. C’è sempre grande attesa per il loro arrivo ma anche tanto timore per via di possibili furti di orologi e gioielli come quello accaduto lo scorso anno a Chopard. La nota maison di haute joaillerie anche per questa nuova edizione è protagonista e, ben accorta nei confronti dei malintenzionati, accompagna le star sul red carpet. Sono sue le meravigliose creazioni che hanno acceso il viso di Karlie Kloss, che per l’occasione ha sfoggiato dei raffinatissimi orecchini di diamanti abbinandoli alla perfezione a un long dress in pizzo mesh di Valentino. Orecchini Chopard anche per Paz Vega, che durante la serata inaugurale ha indossato un delizioso tubino chiaro di Elie Saab Couture, per Adele Exarchopoulos, per la quale Louis Vuitton ha confezionato un abito su misura, mentre Sofia Coppola, anche lei in Valentino, ha sfoggiato un sottile bracciale di diamanti.
Dall’ultima collezione haute couture Chanel 2014 è invece arrivato lo stupefacente abito bianco perlescente indossato da Blake Lively per la seconda serata; per la prima ha scelto la classe di Gucci Premiere mentre per l’arrivo ha indossato un minidress ricamato di Giambattista Valli Couture. Abiti di alta moda hanno accompagnato anche altre star, tra cui Jane Fonda, che ha scelto un vestito rosso scuro di Elie Saab Couture, e Carole Bouquet, anche lei in Chanel. Ad infiammare il pubblico e gli appassionati del fashion è stata anche Nicole Kidman, cha ha incantato con una sublime creazione azzurra, con corpetto arricchito di applicazioni, di Armani Privé, alla quale ha accompagnato orecchini pendenti e bracciale di diamanti di Harry Winston. Molto belli anche i look targati Calvin Klein Collection, in particolar modo quello in glitter black di Lupita Nyong’o e quello in rosa chiarissimo di Naomi Watts, la quale ha sfoggiato anche una lunga collana di diamanti di Bulgari, ideale per impreziosire quanto basta un abito di per sé semplice ma chic.

24/05/2014

Facebook e smartphone: ecco il voto tecnologico

Facebook ha introdotto nei Paesi dell’Unione Europea il pulsante “Sono un elettore”, offrendo a tutti la possibilità di condividere la decisione di esercitare il diritto di voto durante le Elezioni Europee, in programma dal 22 al 25 maggio. Cliccando sul pulsante, infatti, gli amici potranno vedere all’interno del News Feed lo status di elettore, senza i dettagli del partito per cui si è votato. Gli Italiani visualizzeranno il pulsante a partire da domenica 25 maggio, giorno di apertura dei seggi nel nostro Paese. 
I precedenti 
Facebook ha lanciato per la prima volta il pulsante “Sono un Elettore” nei Paesi dell’Unione Europea dopo averlo introdotto negli Stati Uniti, in occasione delle ultime tre elezioni, e in India dove più di 4 milioni di elettori hanno condiviso con gli amici di essere andati alle urne. Il pulsante comparirà di volta in volta in tutti i Paesi del mondo chiamati a votare: Colombia, Corea del Sud, Indonesia, Svezia, Scozia, Nuova Zelanda e Brasile, per un totale nel http://www.tinydeal.com/it/tv-cell-phones-c-54_678_679.html 2014 che corrisponde al 42% della popolazione. Comparirà nuovamente negli Stati Uniti, durante le elezioni congressuali di metà mandato il prossimo Novembre.
“Nel 2013 le elezioni sono state il secondo argomento più discusso su Facebook nel mondo. Con più di un terzo di votanti connessi a Facebook nell’Unione Europea, il pulsante “Sono un Elettore” è una delle funzioni più richieste dagli attivisti politici europei in campagna elettorale. Sappiamo da studi e ricerche che quando le persone vedono su Facebook che i loro amici hanno votato, sono più propensi a votare e partecipare alla vita politica” commenta Elizabeth Linder, Government and Politics specialist Facebook EMEA. 
Il voto elettronico 
Capgemini Italia ha presentato i dati di un sondaggio - realizzato tra il 10 e il 14 maggio - per capire come cambierebbe lo scenario dei votanti in Italia se si potessero utilizzare dispositivi mobile come smartphone http://www.tinydeal.com/it/mtk6589t-c-54_1022_1136.html e tablet per esprimere il proprio voto, in un contesto di totale sicurezza delle informazioni e tutela della privacy. I risultati della ricerca, che ha coinvolto 1.000 persone su tutto il territorio nazionale, evidenziano che la possibilità di votare con i dispositivi mobili incrementerebbe la percentuale dei votanti dal 71% all’85%, diminuendo quella dei non-votanti dal 21% al 9% e degli indecisi dall’8% al 6%.
Alla domanda sull’intenzione di recarsi alle urne per votare alle elezioni europee, l’indagine rivela che il 71% degli italiani esprime un parere positivo, un dato di molto superiore all’affluenza registrata alle Europee del 2009, che in Italia è stata del 65%, e pari all’affluenza del 2004, che fu del 71,4%. 
Si attesta al 21% invece il dato dei non-votanti e all’8% quello degli indecisi.
L’urna nello smartphone 
Dal 2005, gli estoni hanno avuto sei opportunità di votare via internet e il numero di schede elettorali espresse è aumentato del 1.337 per cento. Anche se l’esperienza dell’Estonia non è stata priva di problematiche - ancora oggi è in atto un dibattito rispetto alla sicurezza, privacy e i costi - nel 2013, alle elezioni nazionali, un considerevole 22% dei cittadini ha esercitato il proprio diritto di voto democratico on-line. E quasi 1 su 10 ha votato da un dispositivo mobile. Dal sondaggio Capgemini risulta che se in Italia fosse possibile votare con un dispositivo mobile e non recarsi alle urne, il 54% degli aventi diritto userebbe questa opportunità. 
Le persone che sceglierebbero di recarsi alle urne restano comunque quasi un terzo della popolazione italiana, il 31%, e nel complesso l’opzione di votare con dispositivi mobili incrementerebbe la percentuale di votanti dal 71% all’85%, assottigliando quella dei non-votanti dal 21% al 9% e degli indecisi dall’8% al 6%. Un vantaggio molto importante che le nuove tecnologie porterebbero sarebbe la maggiore partecipazione dei più giovani alla politica. Il 60 per cento di chi ha tra i 14 e i 34 anni ha infatti dichiarato che voterebbe con uno smartphone o un tablet. 

21/05/2014

Microsoft presenta il Surface Pro 3: tablet da 800 a 2 mila dollari

Da pochi minuti Microsoft ha presentato il suo tablet di terza generazione, il Surface Pro 3, per questo volevamo capire come si muove un colosso come quello di Redmond dopo essere arrivato alla terza incarnazione dei suoi Surface.
Il Surface Pro 3  è un mega tablet http://www.tinydeal.com/it/tablet-sales-c-997_1280.html |Samsung sfotte gli iPad, i Surface e i Kindle con il suo Tab Pro|, essendo dotato di un display da ben 12 pollici con una risoluzione molto particolare. pari a 2160 x 1440 pixel, con un rapporto del display di 3:2.
Scelta originale accompagnata da una struttura  molto sottile, 9 mm lo spessore, e da un peso forse leggermente fuori standard, di 800 grammi, comprensivo della tastiera.
Quello che stupisce sono i prezzi, dato che questi variano dai già ingenti 800 dollari fino ai quasi assurdi 2 mila.
Dobbiamo precisare che Microsoft non ha prodotto un vero e proprio http://www.tinydeal.com/it/windows-tablets-c-997_1002.html tablet, ma un mini notebook con hardware da PC portatile di alto profilo.
Se andiamo al risparmio e puntiamo ad un processore i3 con 4 GB di RAM e 64 GB di storage andremo a spendere circa 799 dollari, probabilmente convertiti in 800 Euro con il solito rapporto 1 a 1.
In mezzo troviamo i modelli con i5 che vanno da 1000 a 1300 dollari per poi finire con il super top di gamma, dotato di Intel i7, 8 GB di RAM e ben 512 GB di SSD a 1950 dollari.
Microsoft Surface in offerta su Amazon,s coprili nel dettaglio a questo link
Dei PC veri e propri, con Microsoft |Google prende in giro Microsoft per la morte di Windows XP| che non ha presentato il tanto vociferato Surface Mini che invece avrebbe puntato su compattezza e prezzo.Una strategia del tutto opposta ad Android e Google quella di Microsoft, che forse giustamente vuole distinguersi, ma siamo sicuri che qualcuno la voglia seguire?