topblog Ivoire blogs

08/07/2014

Gartner: nel 2015 si venderanno più tablet che computer

Nei prossimi mesi il mercato dei pc rialzerà la testa, ma ciò non impedirà il sorpasso delle tavolette alla fine del prossimo anno. All’ombra del vero dominatore tecnologico della nostra epoca: lo smartphone
C’è un dubbio che sta iniziando a insinuarsi tra i consumatori al momento dell’acquisto di un nuovo computer: meglio un pc o un tablet? Ed è sempre più alto il numero di chi abbandona la via tradizionale (laptop, computer fissi...) per avventurarsi nel nuovo universo delle tavolette. Al punto che secondo l’istituto di ricerca Gartner, il 2015 sarà il primo anno in cui le vendite globali di computer “classici” saranno superate da quelle dei tablet: 316 milioni i primi, 321 i secondi.
Nelle previsioni sul medio termine di Gartner (che per il 2014 ipotizza una vendita complessiva di 2,43 miliardi di unità, tra smartphone, tablet prezzi bassi tablet e computer) per laptop e compagnia non sono solo lacrime e sangue. Dopo anni di sofferenza e percentuali negative, il 2015 promette di essere quello del rimbalzo dei computer tradizionali, con un aumento delle vendite di circa otto milioni rispetto all’anno precedente: da 308,4 milioni a 316,6 milioni. Ma si tratterebbe di un “revival relativo”, trascinato soprattutto dalla categoria ultramobile e dovuto in parte alla decisione di Microsoft di non supportare più Windows XP (e alla relativa sostituzione dei pc con il vecchio sistema operativo). 
Più regolare e strutturale sembra essere la crescita dei tablet: per il 2015 Gartner prevede un possibile +25%, da 256,3 milioni ai 320,9 sufficienti per sorpassare le vendite di pc. In un mondo sempre più orientato verso la dimensione mobile, nel quale gli archivi su cloud sostituiscono gli hard disk e le nostre attività digitali si consumano prevalentemente online, i tablet sembrano rispondere meglio alle necessità di una fascia crescente di consumatori. 
Se i dati di Gartner riguardano il mercato globale, anche indicatori locali confermano la medesima tendenza. Tra i più recenti, il rilevamento Audiweb che ha mostrato come l’attività web in Italia sia già oggi gestita più spesso via mobile che da pc. Grazie al successo dei tablet, in parte, ma soprattutto al boom di quello che è il vero trionfatore della comunicazione contemporanea: lo smartphone. 
Anche le tabelle di Gartner si inchinano di fronte al dominio dei telefonini-computer. Trascinate dagli smartphone, nel 2015 le vendite di cellulari dovrebbero sfiorare i 2 miliardi di pezzi (1946,4 milioni). In termini di unità, più del triplo di 9" HD Screen Android 4.1.2 Infotmic Dual-core tablet e pc messi assieme. Con un incremento percentuale rispetto al 2014 però a singola cifra: poco meno del 5%. “Molto dipenderà dal prezzo” spiega il direttore ricerche dell’istituto americano Ranjit Atwal. “Gli smartphone stanno entrando in una nuova fase del loro percorso in cui a determinare le vendite sarà più l’abbassamento dei prezzi che l’aumento delle funzionalità”. 

05:44 Publié dans Blog | Lien permanent | Commentaires (0)

Les commentaires sont fermés.